Tổng hợp truyện cười Trạng Quỳnh hay nhất | GDGKYT

Scherzi popolari di Trang Quynh è una serie di storie legate alla generazione dei bambini vietnamiti. Trang Quynh è un ragazzo intelligente, agile e cattivo, quindi la storia parla principalmente di situazioni divertenti ma con una natura satirica del folk. Si prega di leggere insieme per seguire le battute qui sotto!

1. Il Signore dei Salice è ingannato

Quando Quynh era ancora una studentessa povera, dovette andare al Tempio di Song per chiedere un trapianto. Song Temple nella sua città natale è un luogo di culto della famosa Lady Chua Lieu, che è molto sacra, nessuno non ha paura. Lord Lieu ha molti campi e li ha anche piantati a scopo di lucro. A quel tempo, Quynh andò al tempio per pregare per la terra, poi pregò per l’esagramma yin e yang per chiedere a Dio se avesse preso la radice o la cima nel prossimo raccolto. La prima volta che Dio disse di prendere la cima, così quella stagione Quynh piantò patate dolci. Quando le patate ebbero i tuberi, dopo aver scavato le patate, Quynh portò a casa tutti i tuberi e quanti fili di patate erano rimasti, Quynh portò alla principessa.

La seconda volta, chiedi yin e yang, Dio ha chiesto la radice per Quynh. Quella stagione, Quynh piantò il riso. Al momento del raccolto, Quynh ha tagliato tutto il cotone e ha restituito le stoppie a Ba Chua!

Lord Lieu fu ingannato due volte da Quynh, così arrabbiato che fece una promessa e non sapeva cosa fare. La terza volta, Quynh venne a chiedere, Dio disse di prendere sia la radice che la parte superiore, e la parte centrale per Quynh, Quynh finse di lamentarsi:

– Cos’altro posso ottenere da te!

Pregando ancora e ancora, Dio sicuramente non avrebbe ascoltato, Quynh tornò a piantare mais, quanto mais era rotto quando Quynh lo tenne, e le cime con le radici di Quynh furono consegnate a Dio.

Dio si è innamorato del piano di Quynh tre volte, rivendicando il campo, ma in quei tre casi Quynh ha anche guadagnato una buona quantità di capitale.

2. Asciugare libri, asciugare la pancia

Quynh ha un vecchio ricco. Questo vecchio era stupido e gli piaceva imparare a farlo, a volte andava a casa di Trang per chiedere in prestito dei libri. Naturalmente, se potesse prendere in prestito un libro, non saprebbe cosa leggere. Quynh era molto sconvolto, un giorno, quando vide il vecchio sbirciare fuori dal cancello, Quynh portò rapidamente la branda di bambù nel cortile, si tolse la maglietta e si sdraiò a pancia in giù. Il vecchio ricco entrò, lo trovò strano e chiese:

– Cosa stai facendo?

Quyn ha risposto:

– Ah! Niente! Oggi, con il sole, lascio asciugare i libri perché non si secchino

– Dove sono i libri?

Quynh indicò la pancia:

– I libri sono compilati qui!

Sapendo di essere stato inseguito bene, il ricco è fuggito a casa.

Occupato, ha mandato qualcuno ad invitare Quynh a casa sua. Per lavare via la vecchia umiliazione, imita, colpisce il soffitto, giace in mezzo al cortile in attesa degli ospiti…

Quynh appena entrato, il vecchio alzò la voce da pappagallo, imitando…

– Oggi, con il sole, mi sdraio ad asciugare i libri per evitare la muffa

Improvvisamente, Quynh rise, si diede una pacca sulla pancia e disse;

– Le sue viscere sono piene di cose deliziose che non sono ancora state consumate, che devono essere asciugate, ma non ci sono libri da asciugare!

Il vecchio spalancò gli occhi per la sorpresa.

– Come lo sai?

Quynh rise di nuovo, scuotendo con la mano la pancia grassa:

– Riesci a sentirmi? Il suo stomaco dice “cervello d’ape” qui! Il suono di riso, pollo, pesce, maiale… Non il suono di parole o libri. Forza, alzati, vestiti e vai a casa.

Xem Thêm  Top 10 nhà đầu tư ấn tượng nhất của Thương Vụ Bạc Tỷ Việt Nam ( Shark Tank Việt Nam) | GDGKYT

Il vecchio ricco fece come aveva detto Quynh, e con riluttanza si sedette per ricevere gli ospiti.

3. Anche il signore è morto

Da allora, Dio ha lo stomaco di odiare Quynh. Dopo dieci giorni, il Signore chiese a Quynh di entrare nel municipio, con l’intenzione di avvelenarla a morte, Quynh sapeva che il Signore era arrabbiato per alcune cose precedenti, questa volta chiese di entrare nel municipio, doveva esserci qualcosa. Quando andò a dire a sua moglie e ai suoi figli che:

– Oggi entriamo per servire il Signore, con poco bene, molto male. Se ho un destino, non posso andare subito al funerale, basta mettermi sull’amaca, tagliare i due ventagli, poi chiamare la famiglia a cantare, aspettare che esca il funerale del Signore, poi uscire.

Fatto, vai all’amaca.

Quynh entrò nel palazzo e vide il Signore seduto lì. Dio ha detto:

– Da molto tempo non ci vediamo, il mio cuore desidera ardentemente. Proprio ora, qualcuno è entrato nell’oceano, mi sono ricordato di te, ho chiesto di mangiare l’avena, ma non potevi dire nulla.

Quynh sapeva che l’altro giorno il signore odiava la pianta di senape, non poteva mangiarla. Appena ne assaggiò un pezzo, il Signore chiese:

– Quando morirà Quynh?

Quyn ha detto:

– Quando il Signore morirà, morirà anche Quynh?

Dopo aver mangiato, Quynh ha visto una sensazione diversa nel suo corpo e ha chiesto di andare a casa. Appena tornato a casa, ho spento il vapore. Mia moglie ei miei figli seguono le istruzioni di Quynh. Dio mandò qualcuno a controllare se Quynh avesse qualcosa da fare e vide Quynh sdraiato su un’amaca ad ascoltare il teatro, ma i membri della famiglia stavano camminando felici come al solito, tornando al Signore. Il Signore chiese subito allo chef di chiedere come si fuma, ma Quynh stava bene.

Gesù lo mangiò e dopo un po’ cadde morto.

Quando la famiglia di Quynh seppe che c’era lutto nel palazzo reale, pianse anche a casa. Dio e Trang un giorno hanno dato un fantasma. Solo allora seppi che Quynh era morta finché il suo collo non fu ingannato da Dio. Più tardi le persone hanno una poesia che:

“Anche lo stato di morte è morto

Se il melone è rosso, la melanzana sarà rossa”.

4. La bocca di un uomo

A quel tempo, Quynh era un po’ vecchio, un adolescente. Sulla via del ritorno dal governo, aveva molta sete e Quynh è entrata in un negozio lungo la strada. Nel negozio c’era un mandarino, figura imponente, seduto e masticando una noce di betel. Accanto ad essa, una guardia faceva la guardia. Quan finì di masticare, prepotente gettò la noce di betel a terra.

Quynh stava bevendo acqua, sentiva prurito agli occhi, poi si avvicinò per raccoglierla, la guardò come se cercasse qualcosa, e poi se la mise in tasca.

Quan lo trovò strano e chiese:

– Chi sei? Cosa fai?

Quynh finse di essere umile e rispose:

– Beh, sono uno studente povero, ho sentito spesso persone dire “La bocca di un mandarino ha ferro e acciaio” vuoi prenderlo e portarlo a casa per vedere se è vero?

Sapendo di essere stato trafitto, ma non sapendo che il nome di questo studente insolente era Quynh, il mandarino disse subito:

– Avendo affermato di essere uno studente, deve subito confrontarsi con il proverbio che ha appena detto, altrimenti lo ricompenseremo, oppure lo picchierà se è cattivo. Ma ricorda che i proverbi devono essere paragonati ai proverbi, hai sentito!

Quynh finse di essere timido e sussurrò:

– Ho paura di essere insolente… non oso.s

Xem Thêm  Đeo vòng trầm hương có tác dụng gì? | GDGKYT

Pensando che lo studente fosse misterioso, il mandarino disse:

– Lascio che le persone parlino, ma se non possono, sdraiati e posso batterle.

– Se è così, mi scuso.

– Bene. Per ora, ascoltiamo!

Quynh lesse tranquillamente il contrario:

– “Gli articoli per la casa sono difficili da essere sia sporchi che scuri.”

Dopo aver ascoltato, il viso dell’uomo grigio era come cenere da cucina. La frase opposta è un proverbio che non può essere confutato.

Sapendo che non era conveniente stare seduto a lungo, il mandarino esortò la servitù ad andarsene, dimenticando la sua promessa di ricompensare il povero studente.

In poco tempo, la storia si è diffusa in tutta la regione, l’altro uomo era imbarazzato per aver fatto ridere la gente e la reputazione di Quynh era famosa quanto l’alcol.

5. La testa è grande come un ragazzo

Si dice che quando Quynh era giovane, solo sette o otto anni, Quynh si dimostrò intelligente ma anche un bambino ribelle. A quel tempo i bambini giocavano spesso al gioco del graffio, usando la banana boat come bandiera, la foglia di loto come ombrello. Nel gioco, Quynh domina sempre.

Una notte d’autunno, con la luminosa luna d’agosto, giocando con i bambini nel cortile, Quynh disse:

– Volano come palanchini per farmi sedere, e poi mostro un uomo la cui testa è grande come un amico!

I bambini pensavano che fosse vero, quindi gareggiarono per creare un palanchino per portare Quynh in giro per il cortile, stanchi di respirare. Fatto, costringeranno Quynh a mantenere la sua promessa. A quel tempo la luna era fioca, Quynh disse:

– Aspettiamo tutti qui, vado ad accendere un fuoco e a vedere!

I bambini più piccoli erano un po’ spaventati, non osavano restare, solo i più grandi aspettavano coraggiosamente. Quynh prese il fuoco per accendere la lampada da qualche parte, poi mise la testa sopra la lampada e disse:

– Guarda, guarda il muro. Esci!

6. Insegnante di fate Bao Thai

Le signore, le ragazze del mercato in tutti i rioni della cittadella di Thang Long, non sono mai andate al mercato e hanno incontrato cose così strane come stamattina. Andarono dal maiale, bufalo, manzo, … e chiesero di comprarlo.Ovunque la gente scuoteva la testa e diceva che avevano prenotato i clienti. Gli acquirenti senza dubbio credono che il venditore stia dicendo la verità perché tutte le carni sono state tagliate a pezzi, non intere.

– Ho appena scoperto che il re ha incaricato il mandarino Trang di ospitare una festa molto numerosa. Ho sentito che ci sono molti clienti e il servizio non è buono. I servi erano ordinati dal mandarino, di fare rapporto ai macellai ovunque, di comprare quanto più caro possibile, di tornare in cucina, c’era solo la lavorazione per ridurre, per fare il pasto, per preparare il vassoio.

– Ma quel giorno, quando il mercato era pieno di gente, mosche e zanzare ronzavano in giro, i banchi della carne erano ancora chiusi per aspettare… Dopo mezzogiorno e il pomeriggio, la carne aveva cominciato a correre rancido e ancora non si vedevano i volti di clienti dov’è l’appuntamento? Molti di loro erano impazienti e dovettero andare direttamente a casa del mandarino senza vedere tavoli o ospiti. Chiesero la fine, poi lo stesso Quynh rispose che:

– Perché sei così sciocco da credere? Qualcuno deve impersonare “Stato” facendo uno scherzo. In effetti, i parenti chiamano qualsiasi ragazzo, che “parla in tailandese” e maledice i malvagi affinché lascino quell’abitudine.

– Il macellaio non ricorda il volto, conosce il nome del reparto che ha ordinato. Infastidito, potevo solo distinguermi in mezzo al mercato e maledire: il monaco fatato “Bao Thai”! L’insegnante “Bao Thai”!

– “Bao Thai” è il regno di Re Le all’epoca. Così il re non fece nulla ai macellai, ma fu da loro maledetto e non ebbe più alcuna faccia per uscire dalla porta della città.

Xem Thêm  Top 15 dịch vụ chuyển nhà tốt nhất Thủ Đức - Quận 2 | GDGKYT

7. Capra maschio incinta

La reputazione del ponte bambino prodigio nella zona di Thanh Hoa è volata nella capitale. Il re voleva sapere quanto fosse vero, quindi ha emesso un ordine: L’intera Thanh Hoa, ogni villaggio deve portare un capro maschio incinta. Dopo due mesi, se un villaggio non paga, sarà punito. La gente del governo di Thanh Hoa è stata presa dal panico. In tutto il villaggio di Quynh, tutti sono preoccupati. Dove trovare capre maschi incinte? Sapendo questo, Quynh disse a suo padre:

– Per favore, non preoccuparti. Maestra dì solo agli abitanti del villaggio di prepararmi cento franchi di denaro e riso per mangiare zucchero, metterò incinta un maschio di capra per il villaggio.

Sentendo quello che ho detto, il padre non ci ha creduto, ma lo ha anche detto agli abitanti del villaggio. Non c’era altro modo, tutti dovevano seguire la richiesta di Quynh. La mattina dopo, Quynh padre e figlio partirono. Arrivarono alla capitale giusto in tempo perché il re passasse attraverso la Porta Est. Quynh si accovacciò nello scarico vicino al ciglio della strada ad aspettare. Quando il prezzo del re si avvicinò, Quynh gridò sonoramente. Il re mandò dei soldati a trascinare il bambino che piangeva per chiederne il motivo. Quynh finse di non sapere di essere un re, gridò ancora più forte e disse:

– Mia madre è morta qualche anno fa, continuavo a ripeterlo ma mio padre si rifiutava ancora di dare alla luce un bambino da tenere in braccio…

Il re pensò che stesse scherzando sul fatto che il bambino avesse la rabbia, rise e disse:

– Sei così stupido, come può un uomo partorire!

Ora Quynh rimase in silenzio, in piedi con le mani giunte e disse molto solennemente:

“Signore, il re ha costretto i miei abitanti del villaggio a consegnare capre gravide.”

Sentendo questo, il re fu sorpreso e capì subito che questo era il bambino di Thanh Hoa che aveva sentito per molto tempo.

8. Il terreno ha incrinato lo scarabeo

Fin dall’infanzia, Quynh era famoso per essere bravo a studiare e rispondere rapidamente. Nel villaggio c’è il signor Tu Cat che è molto snob, ovunque va a sfoggiare le sue buone parole. Quynh odia queste persone. Un giorno Quynh stava guardando i maiali mangiare crusca nella stalla, quando Tu Cat passò di lì, chiamò immediatamente Quynh e disse:

– Ho sentito che sei intelligente e hai la capacità di rispondere. Ora ti do un distico, se non puoi, ti picchio. Detto questo, Tu Cat alzò la voce, annuì e mormorò:

– I maiali devono mangiare la crusca.

Tu Cat pensava che questa frase fosse molto difficile per lui, perché “può” e “spesa” sono i due esagrammi dell’I Ching. Quynh ha subito risposto:

– I cani saggi non mordono.

Questo esagramma ha anche “saggezza” e “può” che sono i nomi dei due esagrammi nell’I Ching, e allo stesso tempo significa che Tu Cat è un cane. Inaspettatamente, giocato con un tale dolore, Tu Cat era molto arrabbiato, sbuffò e disse:

– Bene! Spegniamo un’altra parte, dobbiamo affrontarla subito – poi leggere – Dio ha dato alla luce il signor Tu Cat.

Quyn ha risposto:

– Il terreno ha incrinato lo scarabeo.

Tu Cat era così arrabbiato che non poteva fare nulla, perché Quynh aveva ragione, doveva ritirarsi e andarsene.

Spero che questo articolo ti porti molta gioia e risate dopo ore di studio e lavoro duro. Diffondiamo quella risata a tutti intorno condividendo questo post!

Vedi altro:

.